Lo spirito di Assisi

Cina: giro di vite sull’editoria religiosa

13 aprile 2018

L’agenzia cattolica asiatica Ucanews, il 5 aprile scorso ha pubblicato il seguente servizio dalla sua sede di Hong Kong: «Dopo che il governo cinese ha vietato le vendite on line delle Bibbie, i gruppi cattolici temono un’ulteriore censura dei libri religiosi e del materiale sia fisico sia su internet, e metta mano a un lavoro di rielaborazione preliminare della Bibbia. Sono preoccupati che Pechino abbia ad applicare una sua pesante censura su internet nel settore della letteratura religiosa.