Lo spirito di Assisi

Dialogo

17 settembre 2018

LE STIMMATE DI SAN FRANCESCO

“L’impressione delle Stimmate di Cristo crocifisso, “l’ultimo sigillo”, le definì Dante. Dell’apparizione del Serafino ci offre un’ampia descrizione il Celano: “Allorché dimorava nel romitorio che dal nome del luogo è chiamato Verna, due anni prima della sua morte, ebbe da Dio una visione. Gli apparve un uomo, in forma di Serafino, con le ali, librato sopra di lui, con le mani distese ed i piedi uniti, confitto ad una croce. Due ali si prolungavano sopra il capo, due si dispiegavano per volare e due coprivano tutto il corpo.

leggi la notizia
14 settembre 2018

Cattolici USA: dati e ragioni di un declino

La Chiesa cattolica negli Stati Uniti è l’istituzione religiosa più grande di ogni altra esistente nel paese, con oltre 17.000 parrocchie che servono una popolazione numerosa e diversificata. Malgrado le sue dimensioni e il suo influsso, negli ultimi decenni ha dovuto affrontare una serie di sfide significative, dal declino dei suoi membri alla scarsità di preti e alle continue rivelazioni che alcuni membri del clero hanno abusato sessualmente dei minori e (in numerosi casi) il fatto che i loro superiori hanno coperto queste azioni.

leggi la notizia
11 settembre 2018

Capodanno ebraico

Il calendario ebraico delle feste è regolato secondo le fasi lunari. Quest’anno il Rosh haShana – il capodanno – è iniziato le sera del 9 settembre. Già il libro del Levitico (23,24) menziona il primo giorno del mese ebraico Tishri come inizio del nuovo ciclo annuale. Nella diaspora ebraica la celebrazione della festa dura tradizionalmente due giorni. La comunicazione con i centri religiosi era difficile e il prolungamento doveva assicurare che almeno un giorno fosse celebrato insieme.

leggi la notizia
6 settembre 2018

L’islam in Europa, minaccia o opportunità?

C’è il rischio che nel giro di due e o tre generazioni la Germania e l’Europa si islamizzino? È quanto ipotizza Thilo Sarrazin, nel suo nuovo libro Feindliche Übernahme (Conquista ostile). Presentato nei giorni scorsi a Berlino – come riferisce l’agenzia KNA del 3 settembre –, il libro ha suscitato una vivace discussione ed è stato contestato dal partito SPD, di cui Sarrazin fa parte. Egli tuttavia ha difeso le sue tesi ribadendo i rischi a cui la Germania e l’Europa sono esposte.

leggi la notizia
3 settembre 2018

Nuova laicità e inclusione dei poveri

Dall’incontro del presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, con i vescovi del paese (9 aprile 2018) è emersa una nuova declinazione della laicità, di “confrontazione” o aperta: il superamento di una laicità intesa come religione di stato che costringe le fedi e le confessioni al puro “privato” (http://www.settimananews.it/religioni/macron-ridefinire-la-laicita/). La qualità dell’evento e dell’indirizzo ha suggerito alla segreteria generale della conferenza episcopale di pubblicare l’insieme delle testimonianze e dei discorsi.

leggi la notizia
27 agosto 2018

L’India a un bivio

Nel 2008, nello Stato indiano dell’Orissa, i cristiani subirono una grave persecuzione da parte di gruppi religiosi ostili. Perché i fatti non cadessero nell’oblio, p. Ajaya Kumar Singh, prete dell’Orissa, ha dato vita ad un sito web per raccontare il calvario dei sopravvissuti. Lo ha intervistato Claudia Zeisel per conto dell’agenzia weltkirche.katholisch.de – Reverendo Singh, in questi giorni ricorre il decimo anniversario delle violenze anticristiane nello Stato federale indiano dell’Orissa (Odisha). La violenza contro i cristiani negli ultimi quattro anni si è triplicata.

leggi la notizia
24 agosto 2018

Una chiesa in Arabia Saudita? No

Le aperture del principe “riformatore” Muhammad bin Salman non potranno spingersi fino ad approvare la costruzione di una chiesa cristiana nel Regno che ospita i luoghi più sacri dell’islam. The Economist (ripreso da SettimanaNews) riportava principalmente due elementi a sostegno delle aspettative di un affondo del principe “riformatore” a favore delle comunità cristiane. Muhammad bin Salman Elementi non sufficienti 1) La testimonianza archeologica (reperti e documenti) della presenza antica di una comunità cristiana sul suolo “sacro” del Regno.

leggi la notizia
24 agosto 2018

C’è libertà religiosa in Turchia?

Ha suscitato una certa meraviglia e numerosi interrogativi il fatto che il 31 luglio scorso 18 capi spirituali e religiosi della Turchia abbiano reso pubblica una Dichiarazione in cui si afferma che in Turchia essi possono praticare liberamente la loro religione. «Come rappresentanti religiosi e leader di antiche comunità di varie religioni e fedi – scrivono – radicati in questa terra da secoli, siamo liberi nell’esercizio della nostra religione e delle nostre tradizioni, e le affermazioni che siamo oppressi sono del tutto false».

leggi la notizia