Lo spirito di Assisi

Dialogo Interreligioso

8 novembre 2018

Priests detained in Hebei?

Some of the reports emerging abroad about the situation in Hebei province, Northern China, where two priests have been reportedly detained are not accurate. We don’t see signs of a country wide push for repression or persecution against Catholics in China. We do see problems emerging in some places for many specific reasons. There is a lot of tension in that area in Hebei also because of historical frictions between parts of the Catholic community and the local government.

leggi la notizia
5 novembre 2018

Cristiani nella penisola arabica

Circa un milione di cattolici per oltre 900.000 kmq: questo è il territorio dove opera il vescovo Paul Hinder, cappuccino svizzero. Dal 2003, svolge la sua attività nella penisola arabica e cerca di promuovere, nella misura del possibile, la vita della Chiesa, in un ambiente completamente impregnato di islamismo. Di frequente visita i fedeli, sia nelle comunità sia negli incontri straordinari come nella Conferenza giovanile cattolica dell’Arabia che si è tenuta recentemente. Come vive la comunità cristiana in questo territorio e in quali condizioni politiche?

leggi la notizia
3 novembre 2018

Asia Bibi assolta

Asia Bibi, arrestata il 19 giugno 2009 e condannata a morte per presunta blasfemia contro l’islam, è stata definitivamente assolta e dichiarata libera. La sentenza è stata resa nota mercoledì 31 ottobre, alle 9,20 del mattino ora locale in Pakistan. È rimasta in carcere 3.421 giorni. «Siamo felicissimi. Il Signore ha ascoltato le preghiere di Asia e di tutti coloro che le sono stati vicini. Oggi è un giorno bellissimo, che ricorderemo per tutta la vita.

leggi la notizia
18 ottobre 2018

Chiesa, ebrei, gentili. Pensieri paolini

Popolo di Dio? Il recente intervento di don Davide Baraldi («La Chiesa: “noi” di ebrei e gentili») sulla discussione sorta in seguito all’articolo pubblicato da Benedetto XVI sul tema e la successiva lettera inviatagli dal rabbino di Vienna invita a proporre alcune riflessioni a partire dal pensiero di Paolo (e della prima tradizione paolina) riscontrabile nella sua produzione teologica canonica.

leggi la notizia
4 ottobre 2018

La prima “Summer School” islamo-cristiana

L’autore di questo articolo, Ignazio De Francesco, Fratello della Piccola Famiglia dell’Annunziata e delegato diocesano per il dialogo con le religioni, ha vissuto a lungo in Medio Oriente. Si occupa di letteratura cristiana antica in lingua siriaca e di fonti ascetiche islamiche. Ha pubblicato, tra altri libri, Il digiuno nella Chiesa antica (2011) in collaborazione con C. Noce e M.B. Artioli, Il Dio interiore: detti dei precursori del sufismo islamico (2008) e Detti islamici di Gesù (2009), in collaborazione con S. Chialà.

leggi la notizia
23 settembre 2018

“Illustrissimo Rabbi” … “Eminenza”

In queste ultime settimane c’è stato uno scambio di lettere, pubblicate su Communio (n. 6/2018) tra il papa emerito Benedetto XVI e il Gran Rabbino Arie Folger, di Vienna. Le lettere si ricollegano alla riflessione di Benedettio XVI sul rapporto tra Chiesa cattolica ed ebraismo pubblicata sempre su Communio (n. 4/2018) col titolo “Gnade und Berufung ohne Reue” (Grazia e vocazione senza pentimento). Ne sono seguite tante polemiche, fino a far dire a qualcuno che quelle tesi costituivano “la fine del dialogo” tra ebrei e Chiesa cattolica.

leggi la notizia
14 settembre 2018

Cattolici USA: dati e ragioni di un declino

La Chiesa cattolica negli Stati Uniti è l’istituzione religiosa più grande di ogni altra esistente nel paese, con oltre 17.000 parrocchie che servono una popolazione numerosa e diversificata. Malgrado le sue dimensioni e il suo influsso, negli ultimi decenni ha dovuto affrontare una serie di sfide significative, dal declino dei suoi membri alla scarsità di preti e alle continue rivelazioni che alcuni membri del clero hanno abusato sessualmente dei minori e (in numerosi casi) il fatto che i loro superiori hanno coperto queste azioni.

leggi la notizia
11 settembre 2018

Capodanno ebraico

Il calendario ebraico delle feste è regolato secondo le fasi lunari. Quest’anno il Rosh haShana – il capodanno – è iniziato le sera del 9 settembre. Già il libro del Levitico (23,24) menziona il primo giorno del mese ebraico Tishri come inizio del nuovo ciclo annuale. Nella diaspora ebraica la celebrazione della festa dura tradizionalmente due giorni. La comunicazione con i centri religiosi era difficile e il prolungamento doveva assicurare che almeno un giorno fosse celebrato insieme.

leggi la notizia