Lo spirito di Assisi

Terra Santa

20 luglio 2017

Boicottaggio musulmano della Spianata delle Moschee

Una veduta aerea della Spianata delle Moschee. L’attentato omicida del 14 luglio scorso nella città vecchia di Gerusalemme, ha prodotto giorni di alta tensione intorno alla Spianata delle Moschee. Molteplici scontri tra polizia israeliana e manifestanti palestinesi. Dopo l’attacco omicida del 14 luglio scorso nella città vecchia di Gerusalemme, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha disposto, in via eccezionale, la chiusura degli accessi alla Spianata delle Moschee nelle giornate di venerdì e sabato scorsi per ragioni di sicurezza.

leggi la notizia
19 luglio 2017

La Custodia di Terra Santa in Libano nel segno dell’accoglienza

Sahid è un bambino di appena cinque anni, è originario della Siria, ma vive momentaneamente in Libano. Se provi a chiedergli che cosa vuole fare da grande, risponde: «Guadagnare soldi, acquistare armi e combattere». Fatima, invece, ha già dodici anni e una sola certezza: «Non voglio diventare grande, non voglio diventare niente». Questi sono i domani privi di speranza con cui Fr. Toufic Bou Merhi deve combattere ogni giorno in Libano.

leggi la notizia
17 luglio 2017

Dedicazione del Santo Sepolcro: “Testimoni di Cristo nel quotidiano”

Quest’anno la Dedicazione del Santo Sepolcro si è svolta in un clima teso per l’attentato del giorno precedente. Le porte della Città Vecchia erano chiuse e le stradine che l’attraversano tutte vuote. Al Santo Sepolcro, l’atmosfera era di raccoglimento. Come ogni anno dal 1149, i religiosi e i pellegrini si sono uniti ai Frati francescani per commemorare, insieme alla Diocesi di Gerusalemme, l’anniversario della dedicazione della Basilica. La Messa solenne, presieduta davanti all’Edicola dal Custode di Terra Santa, Fr. Francesco Patton, è stata concelebrata dal Vicario Custodiale, Fr.

leggi la notizia
14 luglio 2017

Un altro modo per dire «Kosher!»

Due addetti alla kasherut del Gran rabbinato esaminano i prodotti di una serra destinati all’alimentazione. (foto Yaakov Naumi/Flash90) Oltre alle storiche tensioni fra laici e religiosi, negli ultimi anni in Israele si sono accentuate le divisioni tra le varie anime dell’ebraismo ortodosso. Anche riguardo alle regole religiose sugli alimenti. Perfino il vocabolo kosher non è stato risparmiato dai conflitti interni alle comunità ortodosse israeliane.

leggi la notizia