Lo spirito di Assisi

Terra Santa

17 dicembre 2018

Betlemme, una casa nuova per un Natale di pace e condivisione

Disponendo le casette, le pecorelle e le statuine dei pastori nel Presepe, la nostra immaginazione vola verso paesaggi esotici lontani, verso quell’antico e rurale villaggio nel deserto che doveva essere Betlemme al tempo di Gesù. Oggi, quella che nel testo evangelico viene descritta come l’ultima delle città principali di Giuda, è una grande complesso urbano che conta più di 30 mila abitanti, quasi 60 mila se si considerano i due paesi vicini facenti parte del circondario betlemita, Beit Jala e Beit Sahour.

leggi la notizia
17 dicembre 2018

Le sfide della Siria che si rimette in piedi

La Siria inizia a fare i conti della ricostruzione. Il governo di Damasco vara norme, come la Legge 10, che però non agevolano i profughi. Fra valere i diritti di proprietà sugli immobili non sarà facile. Il governo siriano ha recentemente approvato la legge 10, una controversa serie di norme per regolare la ricostruzione di alcuni quartieri della regione di Damasco, che sarà probabilmente estesa ad altre aree del territorio nazionale.

leggi la notizia
14 dicembre 2018

Pellegrinaggio ecumenico dalla Terra Promessa alla Terra della Promessa

Partito dalla Polonia, un pellegrinaggio ecumenico organizzato dal Mons. Grzegorz Rys, vescovo di Lodz, ha toccato la Terra Santa pochi giorni fa. Molti partecipanti tra clero e fedeli della Chiesa Cattolica, Ortodossa, Polacco-Cattolica, Evangelico-Ausburga, Evangelico-Riformata, Evangelico-Metodista e Battisti. “Vogliamo andare lì” ha detto detto don Semko Koroza, presidente del ramo di Lodz del Consiglio Ecumenico Polacco “per visitare insieme questi luoghi legati alla nostra fede e per pregare insieme”. La strada da percorrere per la sua realizzazione è stata lunga.

leggi la notizia
13 dicembre 2018

Il vino in Giordania, un monopolio cristiano

Il clima favorevole di un angolo di Giordania consente di produrre un milione di bottiglie all’anno. (foto Véronique Pagnier / Wikimedia Commons) Pochi sanno che anche in un Paese musulmano come la Giordania ci sono aziende vinicole. La bevanda alcolica, di varietà rossa e bianca, viene prodotta da due famiglie cristiane. Tra i vini della Terra Santa prodotti dai cristiani conosciamo già il Latroun, originario dell’omonima trappa a ovest di Gerusalemme, il Cremisan dei salesiani alle porte di Betlemme, fors’anche il Nadim, dell’azienda vinicola Taybeh (Taybeh Winery).

leggi la notizia
10 dicembre 2018

Con l’Avvento Betlemme si illumina di pace e speranza

Thalathe…’ithnin… wahad… (tre, due, uno..) e magicamente il grande albero della piazza della Mangiatoia di Betlemme si accende, i fuochi artificiali illuminano a giorno il cielo stellato, per cinque minuti tutti i volti delle persone presenti sono rivolti all’insù: tanti bambini sono saliti sulle spalle dei loro genitori per riuscire a vedere meglio, ragazzi e adulti con smarthphone alla mano riprendono questo spettacolo per poterne conservare il ricordo una volta tornati a casa.

leggi la notizia
10 dicembre 2018

8 dicembre: custodire in una coscienza pura il Mistero della Fede

La Custodia di Terra Santa ha festeggiato la Solennità dell’Immacolata Concezione in un modo speciale. Presso la chiesa di San Salvatore a Gerusalemme, l’8 dicembre Fr. Marlon Trinidad Mendez Pavon ha ricevuto il dono dell’ordinazione diaconale dalle mani di Mons. Leopoldo Girelli, Delegato Apostolico in Gerusalemme. Durante l’omelia, Mons. Girelli ha spiegato il parallelismo tra ciò che stava per accadere e la festa celebrata. “Maria” ha commentato Sua Eccellenza Mons. Girelli “facendosi serva esprime la coscienza del suo posto nella storia della Salvezza”.

leggi la notizia
7 dicembre 2018

Cena di Gala al Convento di Washington D.C.

Più di duecentocinquanta amici e benefattori di Holy Land Franciscans e del Convento Francescano di Terra Santa a Washington D.C. hanno preso parte alla messa presieduta da Fr. Francesco Patton, Custode di Terra Santa, e alla cena di gala annuale. Nell’omelia, il Padre Custode ha approfondito le storie delle due vedove nella liturgia del giorno: la vedova di Sarepta di Sidone che ha condiviso quel poco che aveva con il profeta Elia, e la vedova al Tempio che ha offerto le poche monete che aveva, come osservò Gesù.

leggi la notizia
7 dicembre 2018

In Marocco l'eredità dei martiri di Tibhirine

L’8 dicembre 2018, il cardinal Angelo Becciu, prefetto della Congregazione delle cause dei santi presiederà, nel santuario di Notre-Dame di Santa Cruz, ad Orano, la beatificazione di 19 martiri, uccisi in Algeria nell’ultimo decennio del Novecento. Due dei trappisti scampati all’eccidio degli altri sette membri della comunità, rapiti la notte del 26 marzo 1996 nel monastero di Notre-Dame de l’Atlas, si trasferirono poi in Marocco. Ne abbiamo scritto nel numero di novembre-dicembre 2018 della rivista Terrasanta. Riproponiamo qui alcuni stralci dell’articolo.

leggi la notizia