Lo spirito di Assisi

6 Luglio 2022

Padre Schnabel: Diamo visibilità agli invisibili

Padre Nikodemus Schnabel – monaco benedettino dell’Abbazia della Dormizione, sul Monte Sion – ci riceve nel suo piccolo ufficio in Lloyd Street, nella German Colony di Gerusalemme. Lo raggiungiamo con leggero anticipo; lui arriva di corsa, puntualissimo, ma si scusa per essersi fatto attendere. Dopo averci offerto acqua e caramelle, che puntualizza essere tedesche, si infila l’abito monastico e ci fa accomodare per rispondere alle nostre domande.

leggi la notizia
6 Luglio 2022

Meditare, un verbo di movimento

Come spesso accade nei pellegrinaggi, dopo essere partiti nel cuore della notte dalla propria casa, dopo un lungo viaggio tra volo aereo, scali e tragitti in autobus, si approda alla città di Nazaret o di Betlemme dove l’itinerario all’interno del «Quinto Vangelo» (come papa Paolo VI chiamò la Terra Santa – ndr) ha veramente inizio. Partire per un itinerario di fede da una di queste due città non è un caso.

leggi la notizia
6 Luglio 2022

Mafia e religiosità popolare

Non si può credere in Dio ed essere mafiosi. Chi è mafioso non vive da cristiano, perché bestemmia con la vita il nome di Dio-amore. Oggi abbiamo bisogno di uomini e di donne di amore, non di uomini e donne di onore; di servizio, non di sopraffazione (papa Francesco, omelia del 15 settembre 2018 nel corso della celebrazione eucaristica nella memoria liturgica del beato Pino Puglisi). Risponde del reato – previsto dall’art.

leggi la notizia
5 Luglio 2022

Un nuovo sguardo su Cafarnao

A Cafarnao, sulle rive del Lago di Tiberiade, alcuni nuovi pannelli informativi guideranno da adesso in poi le visite di turisti e pellegrini su uno dei più importanti siti archeologici della Terra Santa. Finalmente, viene da dire. Lo conferma padre Luca Panza, francescano, che è stato a Cafarnao quasi nove anni, seguendo il progetto dal suo inizio: “Ci sono voluti cinque anni per installare i cartelli a Cafarnao”, dice ridendo.

leggi la notizia