Lo spirito di Assisi

Le storie terribili del JACC a Gerusalemme e il sostegno di ATS pro Terra Sancta

5 giugno 2018

“Durante il viaggio dall’Africa molte persone hanno subito forti violenze, talvolta hanno visto i loro cari morire davanti ai loro occhi. Così spesso vivono, anche dopo anni, con traumi che impediscono di vivere e lavorare serenamente”. A parlare è Rachel Gerber, coordinatrice del Jerusalem African Community Center di Gerusalemme, che accoglie i profughi di origini africana sbarcati in Israele. Ha tante storie come queste, di persone costrette a lasciare il proprio paese e vittime delle più terribili atrocità.