Lo spirito di Assisi

Dialogo Interreligioso

19 giugno 2021

Il precariato dell’IRC

La notizia è di ieri: un ulteriore tentativo di “emendare” il concorso per Insegnanti di Religione e portarlo nell’alveo della comune esperienza di tutti gli altri docenti è stato bocciato. Così un insegnante con 20 anni di anzianità di servizio dovrà fare il concorso alle medesime condizioni di un insegnante che ha solo 180 giorni di esperienza. Per nessuna categoria di insegnanti questo sarebbe non dico accettabile, ma pensabile.

leggi la notizia
10 giugno 2021

L’islam di fronte alla sfida dei coranisti

«Ho fatto conoscenza di un giovane che ha conosciuto l’islam attraverso i coranisti, i quali giungono a negare il carattere precettivo della Sunna. Quindi, secondo lui, le preghiere rituali non esistono nell’islam, le preghiere sono solo le invocazioni (du’āt) e non quelle rituali (salāt). Dice di essere musulmano e di volermi sposare. Cosa posso fare? Ho provato a consigliargli alcune letture, ma lui insiste a dire di essere musulmano e che questa è la sua visione dell’islam».

leggi la notizia
1 giugno 2021

Gli islam: incontrarsi a Najaf

In una recente intervista al sito web, di proprietà saudita, al-arabya.net, l’autorevolissimo accademico sciita Yavad al-Khoei, ha dichiarato che si sta concretamente lavorando ad un incontro tra la principale autorità teologica dell’islam sunnita, lo sceicco Ahmad al-Tayyeb, rettore dell’Università islamica di al-Azhar, e la principale autorità teologica dell’islam sciita, l’ayatollah al-Sistani, ossia tra due dei fondamentali interlocutori religiosi di papa Francesco in un mondo in cui divenire davvero Fratelli tutti. L’incontro dovrebbe avere luogo nella città santa degli sciiti, Najaf, ove risiede l’ultranovantenne ayatollah al-Sistani.

leggi la notizia
30 maggio 2021

Ebrei ultra-ortodossi

Davide Assael introduce alla conoscenza dei gruppi ebrei ultra-ortodossi in Israele e delle loro posizioni rispetto alla questione palestinese. Presidente dell’Associazione Lech Lechà che lavora sul crinale biblico filosofico per la costruzione di una filosofia relazionale, Assael è una voce della trasmissione radiofonica «Uomini e profeti», collabora con la rivista di geopolitica Limes su temi legati ad Israele. Tiene, inoltre, l’unità dedicata alla kahsrut nel Master «Cibo, vino e filosofia» dell’Università Vita e Salute San Raffaele di Milano. Professor Assael, vuole dire qualche parola della sua formazione e di sé?

leggi la notizia
6 maggio 2021

Mese mariano: maggio o novembre?

Siamo tutti cresciuti con una particolare attenzione alla figura di Maria santissima nel mese di maggio, con “fioretti” e incontri devozionali di particolare intensità e di viva commozione, ma non è così nell’emisfero Sud dell’orbe terrestre. Perché? Le origini risalgono al Vangelo per quanto riguarda la venerazione a Maria, ma per il periodo dipende delle stagioni climatiche.

leggi la notizia
18 aprile 2021

Ramadan

La sera di martedì 13 aprile è iniziato per i musulmani il mese di digiuno del Ramadan e terminerà il 12 maggio prossimo. Questo evento cade nel nono mese dell’anno lunare islamico, ed è uno dei cinque pilastri della loro religione accanto al pellegrinaggio alla Mecca, ai tempi della preghiera quotidiana, alla professione di fede in Allah come unico Dio e all’elemosina. Il Ramadan si conclude con una festa di tre giorni che segna la fine del digiuno, in arabo ’Id al Fitr.

leggi la notizia
13 aprile 2021

Curare il fondamentalismo

La violenza non è estranea alla dimensione religiosa. Si va dalla sua condanna alla sua giustificazione. Appartengo alla generazione cullatasi nella previsione dell’imminente estinzione di Dio (o della sua idea), ma Dio (o la sua idea) ha resistito alle previsioni. Gli ultimi trent’anni attestano infatti il potente ritorno del religioso in tante forme, inclusa quella intransigente. La violenza (fisica e non) in nome di Dio è una potenzialità sempre attuale. Di certo non riguarda soltanto l’islam, anche se è evidente il ruolo giocato a questo riguardo dall’islam.

leggi la notizia
13 aprile 2021

Pasqua e islam

m Ricevere gli auguri a Natale da un Centro islamico è usuale, poiché anche il Corano considera Gesù grande, tra i maggiori profeti, sia pure non Dio come crediamo noi cristiani. Ma vedersi arrivare un augurio per le feste pasquali, sorprende e non è la prima volta che capita, sia da un leader musulmano locale che da un Istituto nazionale. Quest’anno il saluto suonava: “Tantissimi auguri di Buona Pasqua. Con la rinnovata speranza nella risurrezione dell’umanità camminando insieme come sorelle e fratelli verso il Misericordioso”.

leggi la notizia
11 aprile 2021

Hans Küng e le dialettiche cattoliche

La morte di Hans Küng sopravvenuta all’età di 93 anni ha rimescolato oltre 50 anni di dialettica teologica e di confronti serrati tra sostenitori della continuità dello spirito innovatore del Concilio vaticano II e chi, temendo dei debordamenti dottrinali, ha cercato di incanalarne i processi nel solco della tradizione di controllo dei dicasteri romani.

leggi la notizia
6 aprile 2021

Se vogliamo davvero la fratellanza

A un mese dalla visita del papa in Iraq, il card. Sako, patriarca di Babilonia dei Cadei, ha lanciato quattro proposte operative. Oggi, 5 aprile, ricorre un mese dalla visita del papa Francesco in Iraq: «Chiedo a Dio che consoli i cuori e guarisca le ferite», come disse alcuni giorni prima della sua visita. Durante la sua visita ripeté con forza la frase: «Taccia la voce delle armi, e regni la pace».

leggi la notizia