Lo spirito di Assisi

Dialogo Interreligioso

11 marzo 2019

Religione-Europa: competenze al lavoro

Dal 4 al 7 marzo si è svolto a Bologna il secondo meeting dell’European Academy of Religion (EuARe), con un programma intenso di panel tematici, lezioni magistrali, incontri informali intorno ai quali costruire progetti internazionali – o anche semplicemente scambiarsi quattro idee sulla situazione politica e culturale del nostro tempo. Buona la partecipazione, con presenze provenienti anche al di fuori del continente europeo.

leggi la notizia
26 febbraio 2019

Fratellanza: testo, dubbi, valore

Il 4 febbraio 2019 papa Francesco e l’imam di Al-Azhar, Ahmad Al-Tayyeb, hanno firmato insieme il Documento sulla Fratellanza Umana per la Pace mondiale e la Convivenza comune. La cerimonia si è svolta in un ampio anfiteatro a cielo aperto e in una cornice di lusso. Gli Emirati Arabi Uniti hanno saputo sfruttare l’occasione, davvero unica, per mostrare al mondo la loro potenza. Il documento fa alcune affermazioni che danno spazio alla perplessità.

leggi la notizia
15 febbraio 2019

Il papa ad Abu Dhabi: punti grigi

Il papa è andato ad Abu Dhabi ed è ritornato a Roma. Ora che i riflettori si sono spenti, è più facile vedere qualche punto piuttosto grigio che invece prima era abbagliato dall’entusiasmo del viaggio “storico”. I motivo ufficiale della visita del papa era la sua partecipazione ad un convegno sul dialogo interreligioso. Ma, che cosa avvenne? Domenica 3 e lunedì 4 febbraio erano i giorni dedicati al convegno. Ma il papa arrivò la sera tardi del 3 e il 4 mattina ebbe la visita al palazzo reale.

leggi la notizia
13 febbraio 2019

Cina-Uiguri-USA: libertà religiosa e diritti

La dichiarazione pubblica di 130 sapienti islamici statunitensi (imam, docenti, ricercatori universitari) a difesa della popolazione islamica degli Uiguri in Cina permette di illustrare una vicenda poco nota del paese asiatico e l’utilizzo del riferimento alla libertà religiosa nella politica estera degli USA. Nel Nome di Dio, il Benevolente, il Misericordioso, tutte le lodi sono dovute ad Allah, e possa il Creatore mandare le Sue benedizioni e i Suoi saluti sul nostro maestro, Maometto, e sulla sua famiglia e i suoi compagni.

leggi la notizia
25 gennaio 2019

Il dialogo? Parliamone

Se uno è convinto di conoscere la verità, non riterrà opportuno ascoltare cosa pensano altre persone; se uno è convinto che non vi sia nessuna verità, non avrà alcuna voglia di cercarla con gli altri. Tra questi due estremi si collocano tutti coloro che intendono entrare in relazione con quanti incontrano e vorrebbero dialogare con loro, siano essi credenti o non credenti o – come diciamo oggi – diversamente credenti. Il problema diventa allora: come fare?

leggi la notizia
19 gennaio 2019

L’Europa è ancora cristiana?

Intervista a Olivier Roy, a cura di Isabelle de Gaulmyn e Jean-Christophe Ploquin, pubblicata su La Croix l’11 gennaio 2019. La riprendiamo nella traduzione del sito web Fine Settimana. Olivier Roy è professore di scienze politiche all’Istituto universitario europeo di Firenze. Olivier Roy – Lei è conosciuto come specialista dell’islam politico. Perché questo libro sul cristianesimo europeo? In realtà, le mie prime ricerche riguardavano il cristianesimo. Il mio libro La Santa Ignoranza (Seuil 2008, Feltrinelli 2017) ha suscitato molti dibattiti negli ambienti cristiani.

leggi la notizia
18 gennaio 2019

Amaladoss si racconta

Si legge con vivo interesse questo volumetto che vede nel ruolo di intervistatore il presbitero vicentino Francesco Strazzari, autore, curatore e traduttore di molti testi sulla situazione ecclesiale in varie parti del mondo. Questa volta lo vediamo nel ruolo di “confessore” dell’ultraottantenne Amaladoss, uno dei più noti (e discussi) teologi indiani . Non sfugga al lettore la qualifica di «teologo indù cristiano», con la quale il celebre gesuita indiano Michael Amaladoss si presenta nel sottotitolo, perché tutto il libro-intervista  gravita attorno a questi due aggettivi che non vanno mai disgiunti.

leggi la notizia
16 gennaio 2019

Persecuzioni: tendenza espansiva

«Dall’inizio di questo secolo la religione è diventata un fattore rilevante in ordine al rispetto dei diritti umani, sia quando è combattuta, sia quando è strumentalizzata dai nazionalisti, sia quando essa stessa diventa origine di movimenti violenti o estremisti. E, nel caso di ciascuna modalità, la minoranza cristiana ne è vittima. È una delle conclusioni principali dell’Indice mondiale delle persecuzioni dei cristiani 2019, pubblicato il 16 gennaio.

leggi la notizia