Lo spirito di Assisi

Dialogo Interreligioso

22 agosto 2021

La modernità dei Talebani

Il portavoce dei Talebani Zabihullah Mujahid Quando i media parlano della brutalità dei talebani, delle lapidazioni, delle fustigazioni e delle mutilazioni, parlano spesso di un “islam dell’età della pietra”. A parte l’assurdità basilare del termine (l’islam è nato nel VII secolo), è anche fuorviante in termini di studi religiosi. I Talebani non sono usciti da una macchina del tempo, ma sono profondamente radicati nell’ambiente fondamentalista dell’islam indo-pakistano. Le loro origini vanno cercate nel distretto ortodosso di Deoband, città di uno stato settentrionale dell’India – l’Uttar Pradesh.

leggi la notizia
14 agosto 2021

Paolo Dall’Oglio: «Vado a farmi arabo»

Il 29 agosto 2013 veniva sequestrato in Siria il padre gesuita Paolo Dall’Oglio. Da allora se ne è perduta ogni traccia. A distanza di otto anni non si affievolisce – anzi si approfondisce – l’eco della sua voce profetica. Settimananews raccoglie qui la testimonianza personale dell’autore, giornalista, vaticanista, profondo conoscitore delle figure e della storia del Medio Oriente contemporaneo e, in particolare, della Siria. Riccardo Cristiano è curatore del volume Paolo Dall’Oglio. La profezia messa a tacere, San Paolo 2017.

leggi la notizia
26 luglio 2021

Santa Sofia: l’Unesco contro Erdogan

Il comitato del patrimonio mondiale dell’Unesco ha espresso il suo dissenso rispetto alla decisione del governo turco di trasformare la chiesa di Santa Sofia a Istanbul (10 luglio 2020)  e il monastero di Chora in moschee. Nella sua 44ª sessione (23 luglio 2021) l’organismo, rappresentativo di 21 paesi, ha espresso il rammarico davanti alla decisione turca nonostante i ripetuti appelli per salvaguardare il loro statuto di museo aperto a tutti (nel paese vi sono 82.603 moschee e solo 438 musei, 91 dei quali nella città sul Bosforo).

leggi la notizia
21 luglio 2021

UE: sicurezza dei luoghi di culto

A maggio 2021 è stata pubblicata la “Guida dell’UE a sostegno dei luoghi di culto”. Un primo importante passo verso una maggiore sicurezza. Come proteggere le chiese e i luoghi di culto come sinagoghe, templi e moschee dai possibili attacchi del terrorismo? Dopo le aggressioni nella chiesa cattolica a Nizza (ottobre 2020) e nel 2016 l’uccisione di p.

leggi la notizia
19 giugno 2021

Il precariato dell’IRC

La notizia è di ieri: un ulteriore tentativo di “emendare” il concorso per Insegnanti di Religione e portarlo nell’alveo della comune esperienza di tutti gli altri docenti è stato bocciato. Così un insegnante con 20 anni di anzianità di servizio dovrà fare il concorso alle medesime condizioni di un insegnante che ha solo 180 giorni di esperienza. Per nessuna categoria di insegnanti questo sarebbe non dico accettabile, ma pensabile.

leggi la notizia
10 giugno 2021

L’islam di fronte alla sfida dei coranisti

«Ho fatto conoscenza di un giovane che ha conosciuto l’islam attraverso i coranisti, i quali giungono a negare il carattere precettivo della Sunna. Quindi, secondo lui, le preghiere rituali non esistono nell’islam, le preghiere sono solo le invocazioni (du’āt) e non quelle rituali (salāt). Dice di essere musulmano e di volermi sposare. Cosa posso fare? Ho provato a consigliargli alcune letture, ma lui insiste a dire di essere musulmano e che questa è la sua visione dell’islam».

leggi la notizia
1 giugno 2021

Gli islam: incontrarsi a Najaf

In una recente intervista al sito web, di proprietà saudita, al-arabya.net, l’autorevolissimo accademico sciita Yavad al-Khoei, ha dichiarato che si sta concretamente lavorando ad un incontro tra la principale autorità teologica dell’islam sunnita, lo sceicco Ahmad al-Tayyeb, rettore dell’Università islamica di al-Azhar, e la principale autorità teologica dell’islam sciita, l’ayatollah al-Sistani, ossia tra due dei fondamentali interlocutori religiosi di papa Francesco in un mondo in cui divenire davvero Fratelli tutti. L’incontro dovrebbe avere luogo nella città santa degli sciiti, Najaf, ove risiede l’ultranovantenne ayatollah al-Sistani.

leggi la notizia
30 maggio 2021

Ebrei ultra-ortodossi

Davide Assael introduce alla conoscenza dei gruppi ebrei ultra-ortodossi in Israele e delle loro posizioni rispetto alla questione palestinese. Presidente dell’Associazione Lech Lechà che lavora sul crinale biblico filosofico per la costruzione di una filosofia relazionale, Assael è una voce della trasmissione radiofonica «Uomini e profeti», collabora con la rivista di geopolitica Limes su temi legati ad Israele. Tiene, inoltre, l’unità dedicata alla kahsrut nel Master «Cibo, vino e filosofia» dell’Università Vita e Salute San Raffaele di Milano. Professor Assael, vuole dire qualche parola della sua formazione e di sé?

leggi la notizia