Lo spirito di Assisi

Nuovi impicci per i richiedenti asilo in Israele

12 gennaio 2017

Richiedenti asilo africani in Israele, presso il centro di Holot, nel deserto del Neghev. (foto Tomer Neuberg/Flash90) Nello Stato ebraico nuove norme complicano l’esistenza ai richiedenti asilo di origine africana. Chi tra loro ha un lavoro si vedrà decurtato il salario. Le trattenute sono state introdotte dal Parlamento. (i.s.) – I richiedenti asilo di origine africana che vivono in Israele vedranno il loro stipendio decurtato di un quinto.