Lo spirito di Assisi

Notizie

18 ottobre 2019

L’arte al servizio della liturgia: intervista a Fr. Jorge, artista per la Custodia

La storia che lega arte e liturgia è senza soluzione di continuità dai primi anni dalla nascita della Chiesa. Seppure ad un certo punto, nei percorsi di studio di Beni Culturali, la storia delle arti vira sull’arte “laica” (come quella di genere, di paesaggio o la ritrattistica), non si deve credere che il rapporto tra Chiesa e arte si interrompa. Perchè la seconda è necessaria alla prima, specialmente nella dimensione liturgica.

leggi la notizia
18 ottobre 2019

Terra Santa News 18/10/2019

Questa settimana: il ritorno della guerra in Siria, la celebrazione di presenza, predicazione e prodigi di Gesù a Cafarnao, la festa ebraica di Sukkoth, il libro di Mons. Michel Sabbah “E’ possibile la pace?”, il viaggio-studio di un gruppo di pellegrini messicani a Gerusalemme, il lavoro nonostante le difficoltà di Imad Al-Sarass nella sua azienda agricola nel villaggio di Sakaryya, vicino a Betlemme. E infine gli scavi archeologici a Ramallah, che hanno portato alla luce i resti di due chiese bizantine.

leggi la notizia
18 ottobre 2019

Betlemme. Un’educazione non formale per sostenere la speranza

È il secondo anno che i volontari della associazione Educatori senza frontiere (ESF) collaborano con Associazione pro Terra Sancta portando attività educative e di formazione in alcune delle realtà sociali di Betlemme. Nata nel 2005 a Milano con l’obiettivo di formare educatori per intervenire in contesti di povertà e marginalità, questa Onlus gestisce case di accoglienza per bambini e adolescenti in situazione di disagio sociale e realizza progetti per la formazione di educatori e per operatori sociali che lavorano nel campo dell’educazione.

leggi la notizia
17 ottobre 2019

A Ramallah scavi archeologici portano alla luce due chiese bizantine

L’Università Al-Quds di Gerusalemme, in collaborazione con il Patriarcato Greco-Ortodosso, sta conducendo alcuni scavi archeologici sui resti di due chiese, la cui datazione risale al periodo bizantino, situate a Ramallah, vicino al luogo che si ipotizza abbia accolto le spoglie mortali di Santo Stefano, primo martire della cristianità, con l’obiettivo di riportare questo luogo al suo stato originario.

leggi la notizia