Lo spirito di Assisi

“Ero in carcere e siete venuti a trovarmi”. Lettera di fra Bahjat da Damasco

3 marzo 2020

Pubblichiamo la lettera di Quaresima di Fra Bahjat Elia Karakach, guardiano del convento di Bab Thouma a Damasco. Carissimi amici, vi scrivo dal carcere. Ecco arriva il tempo quaresimale che ci aiuta alla conversione attraverso la penitenza. Un tempo in cui siamo chiamati ad essere vicini a chi soffre, agli emarginati con i quali il Signore Gesù si è identificato… I carcerati sono espressamente menzionati nella parabola del giudizio finale in  Mt 25,31-46: “Ero in carcere e siete venuti a trovarmi”.